Kepos, il giardino

Blog di un epicureo cinefilo

Hotway Lan-Drive HD9-U2LA

with 26 comments

Scenario: due o tre computer in rete, con l’esigenza di condividere dati (documenti, filmati, musica, etc.) su un unico supporto “indipendente”.

Soluzione n. 1: un vero e proprio server.

Soluzione n. 2: un “lan drive”, ossia un disco rigido connesso alla rete come un qualsiasi altro client, a cui sia possibile accedere (eventualmente impostando permessi diversi per aree diverse) da tutte le postazioni.

Se la prima soluzione è indubbiamente più completa, è tuttavia chiaro che in un ambiente domestico, ma anche in un piccolo ufficio con esigenze tutto sommato limitate (ad esempio in uno studio legale) affrontare i costi che un server comporta, manutenzione inclusa, può rivelarsi uno spreco.

In quest’ultima situazione, l’accoppiata tra un router multifunzione (router – switch – access point, come ad esempio l’ottimo USR139108A della USRobotics) ed un lan drive è senza dubbio la scelta vincente.

L’HD9-U2LA è prodotto dalla Hotway, ma è distribuito in Italia dalla eXtreme Technology (codice prodotto HDD320LAN) al prezzo di listino di 124,61 euro (IVA inclusa).

 

Nella confezione sono compresi:

  • un piuttusto spartano manuale utente (in italiano);
  • un alimentatore da 12V;
  • un cavo di rete;
  • un cavo USB 2.0;
  • un supporto per mantenere il lan drive in posizione verticale.

 

Il disco rigido montato “di serie” è un Maxtor DiamondMAX (IDE, o meglio Ultra ATA 100) da 250 gigabytes, con velocità di rotazione dei piatti a 7.200 giri/minuto e cache da 8 megabytes. Non è un modello nuovo, non si distingue per velocità o silenziosità, tuttavia ha il pregio di essere economico, robusto e di non scaldare troppo (la temperatura di esercizio si aggira sui 46°).

Sulla parte posteriore dello chassis si notano: un pulsante di reset (utile quando si “pasticcia” con le impostazioni di rete… ), l’attacco dell’alimentatore, una presa di rete RJ45 ed una porta USB 2.0: tutto quello che occorre, insomma!

Nella parte anteriore c’è, invece, il pulsante dell’accensione, contornato da un bordo luminoso (blu acceso, viola durante l’attività del disco).

Il “guscio” è realizzato interamente in alluminio: quattro grosse viti cromate, poste su uno dei fianchi, permettono di farlo aderire perfettamente al disco rigido, trasformandolo così in un dissipatore passivo del calore.

La configurazione è gestita tramite un “pannello di controllo” accessibile via browser.

Il Lan-Drive dispone di un server DHCP: se non è impostato per utilizzare un preciso indirizzo di rete (eventualmente assegnato dal DHCP del router), interviene auto-assegnandosi i parametri necessari (l’indirizzo IP standard è 169.254.0.1).

In effetti, chi non è pratico di reti potrebbe avere qualche difficoltà nell’addentrarsi nell’impostazione dell’IP del lan drive. L’argomento, peraltro, non viene granché spiegato nel manuale utente.

Il suggerimento, in questi casi, è di effettuare la configurazione collegando il Lan-Drive direttamente ad un pc. Quindi, senza intervenire sull’indirizzo IP e sulle impostazioni di rete, collegare il lan drive al router, ed affidarsi al DHCP di quest’ultimo.

Va sottolineato che il Lan-Drive dispone della funzione Auto MDI/MDIX ed è pertanto in grado di riconoscere l’utilizzo di cavi di rete “incrociati”.

Superata la (eventuale) impostazione dei parametri di rete, occorrerà anzitutto formattare il disco rigido. Lo standard accettato è il FAT32. Questa scelta permette al Lan-Drive di essere riconosciuto e gestito senza problemi da Windows, Mac OS e Linux.

E’ possibile (e raccomandabile!) impostare l’unità affinché fermi il motore del disco rigido dopo un certo periodo di tempo (funzione “sleep time” ): questo consentirà, da un lato, di risparmiare energia nonché, dall’altro, di allungare la vita del disco fisso.

Eseguita la formattazione, occorrerà stabilire quali aree del disco rigido saranno accessibili liberamente e quali invece, richiederanno una autenticazione.

Il pannello di controllo mette a disposizione un rudimentale ma efficace server SAMBA, veramente facile ed intuitivo.

Chi lo desidera potrà anche attivare un server FTP (File Transmission Protocol). Si consideri, comunque, che la gestione dei permessi non avviene in base alle singole cartelle ma in base all’account utente (sola lettura, lettura e scrittura).

Alla voce “manutenzione” del pannello di controllo potranno essere azionati alcuni programmi diagnostici per il disco fisso (scandisk) e potranno essere caricati eventuali firmware aggiornati (reperibili a questo indirizzo).

Va detto che le velocità di lettura e scrittura dei dati via ethernet, specialmente nel trasferimento di files di grandi dimensioni (ad esempio di filmati in formato divx), non sono entusiasmanti.

Non credo che il problema sia ascrivibile a limiti “fisici” dell’unità, quanto piuttosto al software che la gestisce. E’ probabile, quindi, che successivi aggiornamenti possano migliorare la situazione (proprio mentre scrivo ho notato che la casa produttrice ha reso pubblica una versione aggiornata del firmware).

In definitiva, tutto considerato, credo che il rapporto qualità-prezzo sia decisamente interessante e mi sento di raccomandare l’acquisto di questo prodotto.

Aggiornamento 18.09.07
Ho installato il nuovo firmware e i risultati… si sentono! La velocità è nettamente migliorata ed il flusso di dati sembra essere più regolare (il che è utile soprattutto nello streaming video). 😛

Aggiornamento 15.02.08
Appena passato al Mac, ho notato che Leopard aveva qualche difficoltà nel gestire questo disco di rete. Tutti i problemi sono stati però risolti con l’aggiornamento alla versione 10.5.2. 🙂

Annunci

Written by meneceo

24 agosto 2007 a 11:34

Pubblicato su Tecnologie

26 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. C’é qualcosa per impostare il backup dei dati ?

    Colui che sono

    25 agosto 2007 at 10:35

  2. Cosa intendi?

    meneceo

    25 agosto 2007 at 11:37

  3. Come cosa intendo? Su un server posso impostare e schedulare operazioni di backup,qui che faccio?

    Colui che sono

    25 agosto 2007 at 11:51

  4. Ti attacchi al tram. 😀

    meneceo

    25 agosto 2007 at 12:17

  5. Seriamente, se vi è l’esigenza di salvaguardare i dati è consigliabile orientarsi verso un lan-drive contenente due dischi rigidi, operanti in modalità RAID0.
    Avevo considerato questa possibilità, ma il costo (circa 200 euro) era troppo elevato per il budget a mia disposizione.

    meneceo

    25 agosto 2007 at 13:52

  6. Un ottimo modello di lan-drive a doppio disco da usare in raid 0 è questo prodotto della Netgear.

    meneceo

    28 agosto 2007 at 10:50

  7. tempo 2 mesi è non mi riconosce piu il disco…!ho provato a cambiare ogni tipo di cavo e con dischi differenti, ma nada..!Si accende ma il pc non vede il disco

    mah…

    bicio

    20 novembre 2007 at 17:45

  8. Quando dici che hai provato “dischi differenti” vuoi dire che hai sostituito l’hard disk? Domanda stupida: dopo averlo sostituito lo hai riformattato (FAT32)? Riesci ad accedere al pannello di controllo?

    meneceo

    20 novembre 2007 at 19:18

  9. Aiutatemi!!!!!
    Dopo un’aggiornamento non andato a buon fine ,non riesco piu ad entrarci
    Se faccio uno scan della rete vedo l’indirizzo ip 169.254.0.1 ma non riesco ad entrarci.
    In usb non va proprio.

    SALVO

    13 gennaio 2008 at 14:55

  10. […] mi ha infatti permesso di utilizzare senza problemi il mio disco fisso di rete, che ora Leopard gestisce in […]

  11. io non riesco più ad entrare nel indirizzo via web 169.254.0.1 anche se facendo una scansione della rete riesco a vederlo, ho provato a resettarlo ma niente, il manuale non ne fa alcun cenno su come muoversi sono disperato.

    Marco

    3 marzo 2008 at 10:47

  12. Uhm… se lo hai connesso ad un router con il DHCP attivo, è sicuro che l’indirizzo di rete non sarà quello.
    Prova quindi ad entrare nel pannello di controllo del router e verificare quali sono i DHCP clients e quali indirizzi sono stati loro assegnati. La scansione della rete l’hai fatta con Vista? Perché in quel caso è sicuro che non ti trovi l’hd (Vista ha qualche problemino con le reti… )

    meneceo

    4 marzo 2008 at 08:37

  13. si ma come si ripristina il lan server alla configurazione di fabbrica? se reinstallo il firmware me lo riporta allo stato di fabbrica? se voglio aggiornare il firmware come devo fare. Se si ha vista come sistema operativo ci sono i driver? come deve eventualmente essere settato? il disco comunque è formattato in fat 32

    Grazie per la tempestività nella risposta

    Marco

    4 marzo 2008 at 11:00

  14. Per ripristinare la configurazione di fabbrica devi usare un bottoncino (reset) sul retro: accendi il lan-drive tenendolo premuto per qualche secondo. E’ incassato in un piccolo buco, per premerlo dovrai usare una graffetta. Per aggiornare il firmware devi accedere al pannello di controllo ed usare la funzione apposita (ho temporaneamente scollegato il lan-drive per cui non riesco ad essere più preciso). Una volta aggiornato il firmware il drive verrà correttamente gestito da Vista senza bisogno di alcun driver. Il disco viene formattato sempre e comunque in FAT32 perché questo è l’unico formato compatibile sia con Windows che con Linux e Mac (in pratica qualsiasi computer in rete, con qualsiasi sistema operativo, potrà accedervi).

    meneceo

    4 marzo 2008 at 21:48

  15. Sono a porre un nuovo quesito in merito al storage 1152, per quello che concerne la configurazione del prodotto con vista. Premesso che con windows xp riesco ad accedere alle cartelle tranquillamente digitando //http storage-1152 o l’indirizzo di rete e la cartella con vista entro nella configurazione del prodotto ma quando entro nelle cartelle si blocca la mia domanda è: si tratta di un problema di software cioè vista incompatibile o debbo aggiornare il firware? è disponibile un manuale in italiano? dove posso reperirlo?

    marco

    26 marzo 2008 at 10:26

  16. Devi aggiornare il firmware, che è stato sviluppato proprio per risolvere i problemi di compatibilità con Vista. Il manuale incluso nella confezione è in italiano (ma è un po’ striminzito), non credo ce ne siano altri.

    meneceo

    26 marzo 2008 at 12:04

  17. con vista ho riscontrato un problema di accesso alle cartelle con password.
    compare la richiesta di nome utente e password…
    già strano dato ke con xp kiede solo la password.

    dopo aver scritto decine di nomi utenti diversi e la password ke usavo da xp si impalla e dopo una lunga attesa mi nega l’accesso.

    grazie

    mario

    26 aprile 2008 at 01:17

  18. Hai aggiornato il firmware?

    meneceo

    26 aprile 2008 at 11:14

  19. ciao e come si fa quando non si conosce l’indirizzo?

    mac 10,4

    grazie

    andrea

    20 agosto 2008 at 18:10

  20. ciao a tutti ho un ladrive anch’io ma non riesco a collegami ho fatto il reset ma non mi accetta la psw

    come procedo ?

    grazie

    andrea

    21 agosto 2008 at 11:08

  21. Ciao Andrea,
    se, come mi pare di aver capito, il tuo SO è MacOSX 10.4 allora sei nei guai! Prima di aggiornare alla versione 10.5.2, infatti, neppure io riuscivo ad utilizzare il landrive, nonostante innumerevoli tentativi.

    meneceo

    21 agosto 2008 at 11:28

  22. ciao

    no il lindrive l’ho già usato con il 10,3 e 10,4 ma ora non ricordo più l’indirizzo mi è successo già un altra volta e poi sono riuscito ad entrare con safari.

    ma adesso stò provando con win xp e dall’indirizzo http://storage mi appare la finestra di login ma non mi accetta
    admin
    admin

    ho fatto il reset ma niente….

    l’altra vola x capire l’ip collegavo al mac e in una frazione di secondo appariva l’ip che avevo dato poi di base veniva il classico 192.168.1.1

    il problema è che ora non mi appare nulla ….

    grazie

    andrea

    21 agosto 2008 at 11:37

  23. dove trovo il firmware aggiornato per il lan driver 1152 con vista come sistema operativo in rete ho problemi di configurazione. Certamente non sono affatto soddisfatto anche perchè windows xp ormai viene dato “in pensione” e i problemi non sono stati ancora risolti.Si riesce a gestire o bisogna buttare via tutto. E’ assurdo acquistare prodotti che poi non vengono aggiornati

    Marco

    25 agosto 2008 at 17:51

  24. Ciao Marco,
    come ho già scritto l’ultimo firmware disponibile può essere scaricato a questo indirizzo. E’ perfettamente compatibile con Vista.

    meneceo

    25 agosto 2008 at 19:25

  25. d’accordo, ma allora come mai io nella rete lo vedo apro la directori dove si trovano i file e li vedo ma se devo copiare un file da una directori del pc sul lan driver 1152 mi siavvia poi mi perde la condivisione continuando a vederlo sulla rete sbaglio qualcosa? devo settarlo in qualche modo.

    Marco

    26 agosto 2008 at 10:23

  26. […] mi ha infatti permesso di utilizzare senza problemi il mio disco fisso di rete, che ora Leopard gestisce in […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: