Kepos, il giardino

Blog di un epicureo cinefilo

Archive for agosto 2007

Il Caimano

leave a comment »

Bruno Bonomo (Silvio Orlando) è un produttore di film(acci) “di genere” (“Stivaloni porcelloni”, “Mocassini assassini”, “Maciste contro Freud”, “Cataratte”) fermo da dieci anni e oberato di debiti.

Quando Teresa Matera (Jasmine Trinca), esordiente con all’attivo un paio di cortometraggi, gli sottopone la sceneggiatura de “Il Caimano”, Bruno ha in mente altro: la RAI sembra sul punto di aiutarlo a produrre, finalmente, un nuovo film (in costume, sul ritorno di Cristoforo Colombo dall’America…). Leggi il seguito di questo post »

Written by meneceo

28 agosto 2007 at 12:28

Pubblicato su Cinema

La forza del perdono

leave a comment »

Written by meneceo

26 agosto 2007 at 23:18

Pubblicato su Cinema

Hotway Lan-Drive HD9-U2LA

with 26 comments

Scenario: due o tre computer in rete, con l’esigenza di condividere dati (documenti, filmati, musica, etc.) su un unico supporto “indipendente”.

Soluzione n. 1: un vero e proprio server.

Soluzione n. 2: un “lan drive”, ossia un disco rigido connesso alla rete come un qualsiasi altro client, a cui sia possibile accedere (eventualmente impostando permessi diversi per aree diverse) da tutte le postazioni.

Se la prima soluzione è indubbiamente più completa, è tuttavia chiaro che in un ambiente domestico, ma anche in un piccolo ufficio con esigenze tutto sommato limitate (ad esempio in uno studio legale) affrontare i costi che un server comporta, manutenzione inclusa, può rivelarsi uno spreco. Leggi il seguito di questo post »

Written by meneceo

24 agosto 2007 at 11:34

Pubblicato su Tecnologie

Intervista a Gesù

with 4 comments

Come molti profeti dell’antichità, Gesù di Nazareth è un personaggio mit(olog)ico sul quale non esistono testimonianze storiche.

Le notizie sulla sua vita si basano su racconti letterari che vanno sotto il nome di Vangeli, scritti a partire dalla seconda metà del primo secolo e divisi in quattro “canonici” e vari “apocrifi”, a seconda che siano o meno accettati come ispirati dalla Chiesa.

In base a questi racconti Gesù sarebbe nato durante il regno del re Erode, dunque prima del 4 p.e.V., e morto sotto la prefettura di Pilato, dunque fra il 26 e il e.V.

Il cristianesimo che a lui si ispira prende il nome dalla parola greca christos, “unto”, è professato (almeno formalmente) da un terzo della popolazione mondiale, e si divide in varie sette: i cattolici nell’Europa e nell’America del Sud, i protestanti nell’Europa e nell’America del Nord, gli ortodossi nell’Europa dell’Est e gli anglicani in Inghilterra.

In questa cacofonia di voci discordanti molti sostengono di parlare a nome e per conto di Gesù, in maniera più o meno istituzionale, e qualcuno pretende addirittura di esserne il vicario in terra, con gran confusione dei poveri di spirito.

Per rimediare alla situazione abbiamo chiesto a Gesù un’intervista in cui egli esponesse il suo pensiero canonico, ed egli ce l’ha graziosamente concessa come regalo di Natale, per la maggior gloria di Dio. Leggi il seguito di questo post »

Written by meneceo

22 agosto 2007 at 15:55

Pubblicato su Libri

La casta

with 2 comments

La scorsa settimana ho potuto leggere (tutto d’un fiato) il best-seller (sedici edizioni in tre mesi!) di Rizzo & Stella.

245 pagine, costellate di commenti sarcastici, in cui vengono dettagliatamente raccontati alcuni dei peggiori (e costosi) malcostumi della nostra amata “classe politica”: cumuli di stipendi faraonici, auto blu, “benefits” assurdi, cadreghe utili solo per la collocazione di trombati o di ex-politici, assunzione (eventualmente incrociata) del parentado, etc. etc.

Tralasciando una punteggiatura talvolta discutibile ed un italiano “giornalistico”, devo dire che questo libro ha due enormi difetti, che ne riducono parecchio – purtroppo – l’efficacia. Leggi il seguito di questo post »

Written by meneceo

20 agosto 2007 at 15:19

Pubblicato su Libri

Gioventù

with 2 comments

Ieri sera ho riletto tutto d’un fiato questo bellissimo libro in cui Joseph Conrad (rectius: Jozef Teodor Konrad Korzeniowski) racconta, mediante l’alter ego Marlow, il suo primo imbarco come secondo ufficiale, all’età di ventiquattro anni.

Il vecchio e malandato barco “Judea” (in realtà “Palestine” ) non vedrà mai la sua meta orientale, il porto di Bangkok, che rimarrà per l’Autore – perlomeno in quel momento – poco più di un miraggio.

Seppur lontano dai successivi capolavori (“Cuore di tenebra” e “Lord Jim” ), “Gioventù” è tutt’altro che opera inutile: già perfetti, a mio parere, tanto lo stile quanto i temi che caratterizzeranno i racconti di Conrad.

…ricordo la mia giovinezza, e quel sentimento che non riproverò più mai, il sentimento di poter durare all’infinito, sopravvivere al mare, alla terra e agli uomini tutti, il sentimento illusorio che ci alletta alle gioie, ai pericoli, all’amore, agli sforzi vani, alla morte; la trionfante convinzione della forza, il calore della vita in un pugno di cenere, l’ardore del cuore che ogni anno si fa pù dimesso, più ghiaccio, più piccolo, e svanisce troppo presto, troppo presto prima della vita stessa.

Written by meneceo

20 agosto 2007 at 14:59

Pubblicato su Libri

Grace Jones + Jean-Paul Goude

leave a comment »

Written by meneceo

12 agosto 2007 at 11:00

Pubblicato su Musica