Kepos, il giardino

Blog di un epicureo cinefilo

Antonio Gramsci

with 3 comments

L’indifferenza è il peso morto della storia. E’ la palla di piombo per il novatore, è la materia inerte in cui affogano spesso gli entusiasmi più splendenti, è la palude che recinge la vecchia città e la difende meglio delle mura più salde, meglio dei petti dei suoi guerrieri, perché inghiottisce nei suoi gorghi limosi gli assalitori, li decima e li scora e qualche volta li fa desistere dall’impresa eroica.

Annunci

Written by meneceo

6 maggio 2007 a 10:20

Pubblicato su Politica

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Molto poetica,ma decisamente sbagliata come analisi,la fonte dei mali della nostra società è l’individualismo,l’indifferenza é una conseguenza,non una causa.

    Colui che sono

    6 maggio 2007 at 16:35

  2. Non condivido affatto. Posto che l’individualismo in filosofia ha un significato che nulla ha a che vedere con l’indifferenza, l’individualismo così come comunemente inteso è l’atteggiamento di chi sovrappone le proprie esigenze individuali a quelle di tutti gli altri.
    Tale atteggiamento trova la sua prima causa nell’indifferenza: chi non è indifferente, chi cioè “partecipa” alle esigenze altrui, non sarà mai individualista.
    Fra l’altro, perdonami, ma discutere se l’individualismo generi l’indifferenza o ne sia figlio, davanti ad un personaggio come Gramsci…

    meneceo

    6 maggio 2007 at 20:43

  3. Che centra la figura di Gramsci ? Si discuteva della sua tesi,non di lui.Non siamo ad un esame universitario, e quindi si può ben parlare dell’individualismo nell’accezione comune (ma esistono in filosofia parole con un significato unico ?).L’indifferenza mi par di capire (mi correggerai altrimenti) che per te sia un sentimento (o piuttosto non sentimento) primario :”non mi interesso degli altri e quindi penso solo a me stesso facendo l’individualista”.Ribadisco che per me invece é l’individualismo il sentimento primario : ” io ho a cuore soprattutto a me stesso,ergo gli altri sono un problema secondario,anzi prevalentemente finalizzato a quello primario”.Chi avrà ragione ? Io parto dall’individuo,e che l’interesse primario dell’individuo sia se stesso mi sembra un punto del tutto naturale di partenza,e purtroppo di arrivo per molte persone.

    Colui che sono

    7 maggio 2007 at 08:27


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: